acquaAlcuni anni fa l'ente di gestione ed erogazione dell'acqua ci ha fatto sperare in un cambiamento ( in meglio ) nella fornitura dell'acqua. Sia per le bollette (meno"pazze") che, soprattutto, per la qualità dell'acqua. Adoggi siamotutti indignati e furiosi: è stato utilizzato un nome che inducesse gli utenti alla speranza, per poi gettarli dinuovo nella più vecchia disperazione.


Certo, almomentolo sdegno è nei confronti delle bollette "da manicomio" edel deposito cauzionale,
perchémettono le mani nelle tasche, ormai semivuote, di molti cittadini. Temo, però, che in realtà, si stia trascurando un aspetto ben più drammatico: quello della nostra salute.
Per quanto attiene al deposito cauzionale, la class action è già decollata. Per le bollette pazze, quasi tutti gli interessati (meglio sarebbe chiamarli "tartassati") hanno adito alle vie legali.
Ma per il problema dell'acqua dichiarata imbevibile dall'Asl perché pericolosa (e non sappiamo quanto) per la salute, molti
mugugni,ma nessuna azione.

ABBANOA (Acqua Nuova) o ABBABECCIA (Acqua Vecchia)?

ABBABECCIA!
Senza ombra di dubbio!

 

aldo meloniAlcuni anni fa l’ente di gestione ed erogazione dell’acqua, per un attimo, ci ha fatto sperare in un cambiamento (in meglio) nella fornitura dell’acqua. Sia per le bollette (meno “pazze”) che, soprattutto, per la qualità dell’acqua. Ad oggi siamo tutti indignati e furiosi: è stato utilizzato un nome che inducesse gli utenti alla speranza, per poi gettarli di nuovo nella più vecchia disperazione.


Certo, al momento lo sdegno è nei confronti delle bollette “da manicomio” e del deposito cauzionale, perché  mettono le mani nelle tasche, ormai semivuote, di molti cittadini.   Temo, però, che in realtà, chi più chi meno, stia trascurando un aspetto ben più drammatico: QUELLO DELLA NOSTRA SALUTE.