E che sarebbe stata cosa buona e giusta impegnarsi per alleviare il crescente disagio.Un panificatore s’ impegnò a fornire 100 Kg. di pane al giorno. Alcuni altri commensali assunsero altri impegni. La costituzione di un’associazione benefica ONLUS, fu la naturale conseguenza.


Una volta trovato il sito in cui svolgere l’attività, si aprirono i battenti della CASA DELLA FRATERNA SOLIDARIETA’. Avevamo ipotizzato un’affluenza quotidiana di un centinaio di persone. Se ne presentarono duecento. Ciò provocò, nel gruppo dei volontari, un processo di accelerazione nel procacciamento di quanto necessario, per non deludere le speranze dei bisognosi.

Il 2010, PURTROPPO, negli attuali locali di C.so Margherita di Savoia n.6, ha registrato l’affluenza quotidiana di circa 500 persone: un vero e proprio “paese”.

Quasi miracolosamente, c’è un sacchetto di cibo per tutti. Così come, grazie ad un fornitissimo guardaroba, che spazia dalla biancheria intima al capotto, senza escludere scarpe ed accessori vari, ognuno può scegliere liberamente ciò che gli occorre.

Altri sostegni di tipo specialistico, vengono forniti di tipo specialistico, vengono forniti da professionisti, direttamente presso i loro studi e ambulatori. Gratuitamente, ovviamente.

Preso atto del rifiuto della Sanità Pubblica di fornire le dentiere ai non abbienti, è stato attrezzato uno studio professionale per la loro donazione alle persone totalmente sdentate. E ciò grazie alla disponibilità e generosità di diversi dentisti e odontotecnici. A carico della nostra Associazione rimane il costo del materiale.

Insomma la Casa Della Fraterna Solidarietà non risolve certo i problemi (lavoro e casa), ma sicuramente allevia il disagio. Con l’impegno dei volontari operativi e con il sostegno di tante persone di buona volontà.